CHIESA PAROCCHIALE
APPIANO

RIQUALIFICAZIONE
Appiano s.s.d.v. / 2013 - 2014
La chiesa parrocchiale di San Michele ad Appiano è stata costruita nel 1642 dall’ordine dei Cappuccini. Negli anni settanta la chiesa e il convento sono stati ricostruiti e sul lato orientale è stato aggiunto un nuovo fabbricato. Dopo questo intervento la navata centrale e il transetto sono stati separati da due colonne d’acciaio.

IL PROGETTO

L’intervento attuale collega la parte storica, gli ampliamenti degli anni settanta in modo completamente nuovo. La navata è prolungata da un ingegnoso insieme di gradini che intrecciano le due sale, creando un centro comune, il coro. Sulla gradinata sono incastonate gli elementi liturgici in pietra scura. Proseguendo sui gradini si possono osservare le varie figure dei santi e sul retro del santuario, l’ensemble prosegue e forma i gradini per il coro.
Le colonne che separavano gli ambienti sono state rimosse, il campo visivo del santuario è più ampio e le sale si fondono tra loro formando un'unico spazio aperto. Su tutta la superficie della chiesa è stato posato un pavimento in pietra calcarea chiara. I giunti scuri tra una lastra e l’atra formano un disegno che continua con le linee dei gradini.

AREA SACRALE

L’artista Franz Messner ha sviluppato e realizzato gli elementi sacri utilizzando una pietra scura, il basalto di Sesto. Gli elementi si dispiegano come fiori e reagiscono agli assi principali della chiesa. Chiarezza e coerenza creano un’atmosfera olistica. Nel corso dei lavori di ristrutturazione, il vecchio edificio è stato completamente ristrutturato e alleggerito, rendendolo più luminoso e piacevole.

ALLESTIMENTO AREA SACRALE
Franz Messner

STATICA
Georg Kauer

CONCETTO D'ILLUMINAZIONE
Lichtraum2

ESECUZIONE
Zöggeler Bau, Elektro Eppan, Bagnara True Stone, südtirol.stein, Holzbau Linter, Tischlerei Gaiser, Giuvani Moling Restauro

FOTO
meraner-hauser.com

PUBLICAZIONI
divisare.com 05/21/2015, architettura-italiana.com 08/01/2016
La direttiva europea 2009/136/CE (E-Privacy) regola l'utilizzo dei cookie, che vengono usati anche su questo sito! Acconsente continuando con la navigazione o facendo un clic su "OK". Ulteriori informazioni
OK